Skip to content
conferenza - Copia

LA  CONFERENZA  DI  SERVIZI

27 marzo 2024
27 marzo 2024

  SCARICA IL PROGRAMMA

Introduzione.

La conferenza  di  servizi,  quale  modulo  procedimentale  di  semplificazione  dell’attività  amministrativa,  è  disciplinata  dalla  Legge  7 Agosto 1990, n. 241.  E’  stata  fatta  oggetto  di  una  radicale  riforma  ad  opera  del  Decreto  Legislativo  30 Giugno 2016,  n. 127.  I  cambiamenti  sono  stati  introdotti  al  fine  dichiarato  di  snellire  e  rilanciare  l’istituto,  risolvendone  le  criticità  finora  riscontrate,  anche  in  considerazione  di  una  sua  prevedibile  crescente  applicazione.

Sono ormai  trascorsi  molti  anni.  Ciò  ha  permesso  la  formazione  dei  primi  orientamenti  giurisprudenziali,  basati  proprio  sulla  nuova  stesura  delle  norme.  In parallelo,  il  Decreto-Legge 16 Luglio 2020, n. 76, convertito dalla Legge 11 Settembre 2020, n. 120 (cd. “Decreto semplificazioni”) ha apportato delle  precisazioni,  che  inizialmente  sembravano  superflue,  ma,  ad  una  più  attenta  riflessione  (sulla  scorta  dei  contributi  dottrinali  e  giurisprudenziali  intervenuti),  hanno  alimentato  dubbi,  tuttora  irrisolti. 

Organizzazione  del  corso  di  formazione.

Il  corso  di  formazione  avrà  la  durata  di  quattro  ore.

Partirà  dal  necessario  inquadramento  logico-sistematico  dell’istituto  per  spostarsi  sulla  spiegazione  letterale  delle  norme  che  lo  disciplinano.

In  questa  prospettiva  saranno  fornite  ai  partecipanti  delle  dispense  con  la  trascrizione  ragionata  delle  suddette  norme,  accompagnata  dalla  citazione  di  norme  collegate  e  da  schemi  esplicativi.

Sarà  dato  risalto  al  coordinamento  dell’istituto  giuridico  con  altri  istituti  presenti  nell’ordinamento:  ciò  costituirà  l’occasione  per  un  proficuo  “ripasso”  di  questi  ultimi.  L’illustrazione  avverrà  alla  luce  delle  sentenze  più  significative  pronunciate dai giudici amministrativi e basate sull’attuale versione  della  normativa.

Programma.

  1. La natura della conferenza  di  servizi  prima  e  dopo  la  riforma: inquadramento.

1.1. La  presunta  portata  generale  della  riforma:  cenni  a  possibili  discipline  derogatorie  tuttora  esistenti.

  1. I rapporti fra  procedimento  amministrativo  principale  e  conferenza  di  servizi.
  2. La conferenza di  servizi   e   gli   istituti   giuridici   affini:  i  pareri  (art. 16),  le

valutazioni tecniche (art. 17) ed il silenzio-assenso  fra  Amministrazioni  (art. 17bis).

  1. La conferenza di servizi istruttoria facoltativa (art. 14):  la  sua  potenziale  utilità.
  2. La conferenza di  servizi  preliminare  e  la  sua  natura  giuridica  incerta.
  3. La conferenza di servizi decisoria semplificata in modalità asincrona (art. 14bis):  i  termini,  il  possibile  esito  ed  il  possibile  sviluppo  nella  conferenza  sincrona.
  4. La conferenza di  servizi  decisoria  simultanea  in  modalità  sincrona (art. 14ter):  i termini, i comportamenti dei partecipanti  ed  il  criterio  delle  posizioni  prevalenti.

7.1. Il  ruolo  del  rappresentante  unico  ed  i  rischi  delle  “sub-conferenze”.

  1. I rapporti “tormentati”  fra  verbale  della  conferenza, determinazione  conclusiva  e  provvedimento  finale:  consigli  pratici.
  2. L’autotutela con revoca, annullamento d’ufficio e convalida della determinazione

conclusiva:  il  principio  del  contrarius  actus  (art. 14quater).

  1. I meccanismi di  tutela  degli  interessi  sensibili  ed  i  rimedi  oppositivi  delle  Amministrazioni  dissenzienti  (art. 14quinquies).    
  2. L’inefficacia dei pareri  endoprocedimentali  tardivi  (art. 2- comma 8bis):  le  possibili  interpretazioni. 

Docente: Dott. Andrea Pelacchi - Avvocato, Dottore di ricerca e Dirigente amministrativo
Quote di partecipazione:
- Per i comuni soci di Anci Toscana e Province> euro 98,00 a persona;
- Per i soggetti privati e i comuni non soci di Anci Toscana> 182,00 a persona;
Modalità di iscrizione:
È obbligatoria l’iscrizione compilando il form online entro e non oltre tre giorni dall’inizio al seguente link :
https://us02web.zoom.us/meeting/register/tZAoce6sqTopHtGRDgMJAyr5f1Jx2_RtvArR
nel caso in cui, per particolari motivi siate impossibilitati a rispettare queste tempistiche, potete contattarci via email lascuola@ancitoscana.it oppure telefonandoci al n. 055/0935293
Modalità di pagamento:
Dipendenti PA: inviare determina di affidamento.
Privati: tramite bonifico bancario da effettuarsi una volta ricevuta la conferma iscrizione alle seguenti coordinate bancarie: IBAN: IT 59 D 02008 21506 000004697174
Causale:
webinar 27-03
IMPEGNO DI SPESA A FAVORE DI: ANCI TOSCANA - Viale G. Italia 17- 50122 Firenze P.I. 01710310978 - C.F. 84033260484
Nel caso in cui il corso non possa erogato per cause dipendenti da Anci Toscana, sarà proposto il rimborso dell’intera quota di iscrizione oppure l’utilizzo per altri corsi di formazione.